Il segreto del consumabile per semplificare il tuo lavoro ?

capitan Eppy

Ciao, lavoro nel mondo delle biotecnologie da 20 anni.

L’azienda con cui collaboro, nel 1961 ha lanciato la prima pipetta a pistone sul mercato.

Oggi vorrei parlarti dell’importanza del consumabile che usi nel tuo laboratorio e come questi sono concepiti per rendere più semplici, sicuri ed efficienti i tuoi flussi di lavoro quotidiani.

Uno dei punti chiave della biologia molecolare è lo studio dei processi a livello intracellulare. I meccanismi e i processi sono suddivisi in singole fasi e si procede all’analisi dei componenti che vi sono coinvolti.

In questi casi, molto frequentemente, gli acidi nucleici e/o le proteine giocano un ruolo decisivo. Ciò avviene perché la purificazione e l’analisi di questi componenti fondamentali sono tra le attività più frequenti nei laboratori di biologia molecolare.

In questa prima fase di lavoro, è essenziale ottenere dati affidabili ed evitare la perdita di prezioso materiale nei campioni.

Nel 2008, in una relazione pubblicata su Science, il Dr. Andrew Holt e il suo gruppo dell’Università di Alberta in Canada, affermano che le sostanze chimiche utilizzate come additivi in fase di produzione, possono inibire in misura considerevole i test enzimatici e gli studi di binding, poichè tali sostanze vengono rilasciate dalla plastica nel campione.

Abbiamo fatto visita al Dr. Holt nel suo laboratorio e gli abbiamo chiesto in che modo i test possono venire influenzati e come riesce a garantire risultati sicuri e riproducibili.

Questa è l’intervista : http://youtu.be/LR1ljpp9TDE

Nei laboratori di biologia molecolare, di colture cellulari  e di biochimica, i consumabili di plastica vengono utilizzati praticamente per ogni applicazione.

Però quando un esperimento dà risultati inattesi, la causa è immediatamente ricercata nel campione, in un reagente dimenticato o nella variazione delle condizioni sperimentali.

Solo dopo inutili ripetizioni si valuta il consumabile !

L’apparenza può ingannare: non tutto il consumabile è uguale!

Non tutto il consumabile è progettato tenendo conto di tutti i fattori che influenzano la riproducibilità di un esperimento !

Prove scientifiche pubblicate dimostrano che i risultati dei test biologici possono essere compromessi dai composti farmacologicamente attivi che vengono rilasciati dal materiale plastico all’interno dei campioni.

Falsi positivi, falsi negativi, perdita di produttività e spese non necessarie possono essere ridotti al minimo se ti attieni a semplici regole.

Leggi le pubblicazioni in merito : http://goo.gl/7HZgZf

Non soltanto i delicati test biologici sono soggetti a questi fenomeni.

Il semplice riscaldamento dei campioni in contenitori di plastica può portare all’infiltrazione di sostanze che interferiscono in modo critico con il rilevamento di biomolecole come il DNA e le proteine*, alterando le misurazioni delle concentrazioni.

“Nature News 04/2010: http://goo.gl/hKYQRs

Ora il consiglio che voglio darti è che devi capire che ogni applicazione richiede un consumabile adatto.

E’ per questo che sono disponibili differenti gradi di purezza.

Ma se tutti i consumabili sono dichiarati dalle aziende idonei per la PCR o per il lavoro con le cellule, dov’è la differenza?

La differenza risiede nei limiti dei parametri identificativi di una particolare purezza che vengono fissati dal produttore.

Ad esempio, un puntale con filtro di cui non è dichiarata la capacità filtrante non offre sicuramente la stessa protezione di un puntale di cui è nota l’ efficienza di filtrazione!
Oppure, un consumabile per PCR, di cui non sono noti i limiti dell’effetto inibitorio sulla PCR, di RNasi, DNasi potrebbe non essere effettivamente adeguato per questa applicazione.

Inoltre come possono essere realmente oggettive queste informazioni se provengono da un’autocertificazione invece che da una certificazione fatta da un ente indipendente accreditato ?

Ora, spesso e volentieri ricevo delle richieste di offerta da parte della tua amministrazione per materiale di consumo e il comune denominatore di queste richieste è ….l’offerta sarà aggiudicata all’azienda che offrirà i prodotti elencati  a prezzo più basso.

Sicuramente hai sperimentato a tue spese che molti consumabili presentano questi svantaggi :

  • le provette si rompono durante la centrifugazione.
  • la percentuale di provette che si apre durante l’incubazione in un bagno termostatico è notevole.
  • l’evaporazione del tuo campione termostatato è consistente.
  • lo spessore delle provette rallenta il trasferimento di calore dal blocco del tuo termociclatore al campione con creazione di aspecifici.
  • con la conservazione prolungata il recupero del tuo campione è sempre minore.
  • il filtro dei puntali non è ottimizzato per aerosol e biomolecole con conseguente contaminazione della tua pipetta.
  • I puntali per pipette di una marca non si possono utilizzare con i modelli di pipette di altri produttori.
  • hai una perdita significativa di campione utilizzando puntali standard perché lo stesso rimane sulle pareti del puntale.
  • una crescita cellulare irregolare a livello dei pozzetti più esterni e/o interni di una piastra
  • una cross-contaminazione tra cellule cresciute nello stesso incubatore.
  • una scarsa tenuta del tappo e un collassamento dei tubi da 15 e 50 ml in centrifuga.
  • un inquinamento e danneggiamento del pipettatore causati dal passaggio del liquido attraverso il filtro di una pipetta sierologica.

Quindi il consiglio che voglio darti è che se realmente ci tieni al tuo campione e al tuo esperimento , non delegare la scelta del tuo consumabile ad altri .

Ti faccio  alcuni esempi : le pipette che stai utilizzando.

1

 

 

 

 

 

 

Sai che la contaminazione può coinvolgere anche le parti interne di una pipetta, e che quindi la pulizia di soli espulsore e cono porta-puntale non è sufficiente per lavorare in sicurezza !

Hai verificato se i componenti interni della tua pipetta possono essere lavati per eliminare la contaminazione da acidi nucleici ?

Hai controllato se la tua pipetta ha una struttura interna semplice, fatta di pochi elementi che possono essere trattati con candeggina diluita nel tuo laboratorio senza difficoltà, eliminando completamente il pericolo di cross-contaminazioni e risparmiando sulla manutenzione esterna ?

Altro esempio: i puntali con filtro , le provette e i tubi da 5, 15 e 50 ml.

 

2345

 

 

 

 

 

 

Sai che i consumabili DNA LoBind e LoRetention ti assicurano il recupero del 100% del campione: niente verrà perso sulle pareti delle tue provette o rimarrà nei tuoi puntali ! Inoltre la loro elevata purezza ti garantirà l’analisi di un campione perfettamente integro.

https://www.youtube.com/watch?v=oUaZK9wkLtU

 

Applicazioni sensibili come NGS hanno bisogno proprio di questo per darti la massima riproducibilità! Infatti sono il consumabile consigliato dalle aziende che vendono questi sistemi.

6

Le provette coniche da 15 mL con tappo a vite, spesso utilizzate per un intervallo di volume medio, presentano tracce di contaminazione da sostanze rilasciabili che assorbono nell‘ultravioletto e possono pertanto compromettere la quantificazione del DNA e delle proteine.

Le Eppendorf Tubes 5.0 mL offrono un‘alternativa sicura per la preparazione e la conservazione dei campioni.

Hai sicuramente sperimentato che durante la conservazione o l‘incubazione dei campioni biologici in recipienti standard, si può verificare una perdita del volume superiore al 90 % entro 24 ore a causa del legame con la superficie in plastica.

Le Eppendorf LoBind Tubes e Protein Lobind , massimizzano il recupero dei campioni, riducendone in modo significativo il legame con la superficie. Come ?

Una speciale miscela polimerica a due componenti crea una superficie idrofila e assicura così tassi di recupero ottimali per i vostri preziosi campioni. E bada bene, senza rivestimento della superficie (ad es. silicone), per minimizzare il rischio di un‘eventuale interferenza con i campioni.

Sei a conoscenza che abbiamo reinventato i tubi conici da 15 e 50 ml 

5

  • Sterili e privi di pirogeni.
  • Tappo con lati appiattiti e scanalati che consente un utilizzo ergonomico e semplice e permette di riporre verticalmente la provetta in modo stabile. Si  riduce così al minimo il rischio di contaminazione.
  • Etichettatura affidabile e sicura, grazie a un’ampia area di scrittura sulla provetta e a un tappo piatto e dal colore chiaro.
  • Una materia prima di qualità superiore con classe USP 6 e l’esclusione degli agenti di scivolamento, dei plastificanti e dei biocidi dal processo di produzione garantiscono la massima integrità del campione,  la stabilità elevata durante la centrifugazione g-Safe®, la visibilità del campione e dei pellet ottimale.

Come vedi da 40 anni siamo specializzati nella produzione del consumabile da laboratorio e nella preparazione del campione.

I consumabili Eppendorf rappresentano il massimo livello di qualità e purezza ottenuto mediante:

> le materie prime più pure.

> la produzione automatica in camera bianca.

> i controlli di qualità e funzionalità su tutti i lotti.

> la garanzia di qualità costante lungo tutto il processo produttivo.

> I coloranti utilizzati per i consumabili sono privi di sostanze organiche e sostanze contenenti metalli pesanti.

>Il livello di purezza “PCR clean” è sostanzialmente ottenuto in condizioni di  sviluppo che non ne consentono alcuna contaminazione. Pertanto, i corrispondenti articoli in materiale plastico sono prodotti in condizioni comparabili a quelle della camera bianca.

Solo noi possiamo garantirti la qualità costante dei nostri prodotti, lotto per lotto.

In aggiunta ai nostri controlli interni relativi ai processi, ogni lotto di questi prodotti è testato e certificato da un laboratorio esterno accreditato, permettendoci di soddisfare costantemente le elevate esigenze dei nostri clienti in fatto di qualità e purezza dei nostri prodotti.

Puoi trovare il certificato di controllo per ogni lotto consegnato on line .

 Il nostro punto di partenza: materiali di massima qualità.

Ed è per questo che siamo il consumabile più costoso al mondo.

Dove sta il vantaggio ?

Noi ti assicuriamo che il tuo campione è al sicuro !!

7

A differenza dei concorrenti che ti propongono plastica di limitata qualità, noi salvaguardiamo il tuo lavoro e il tuo campione facendoti risparmiare tempo e denaro.

La scelta di come lavorare e con quale materiale spetta a te.

Compila il modulo che trovi quihttp://goo.gl/NYUjqW  e richiedi la tua campionatura gratuita.

Saremo lieti di farti saggiare la nostra qualità e salvare il tuo campione.

La nostra garanzia 100% soddisfatto o rimborsato !

Esatto hai capito bene. Tieni presente che siamo l’UNICA azienda  nel panorama italiano a offrire questo tipo di garanzia.

Lo facciamo per dimostrarti la nostra serietà e per porre una netta barriera di demarcazione tra NOI e le altre “opportunità” presenti all’interno del nostro settore.

8

 

 

 

 

Ti auguro le migliori cose.

Con stima

Maurizio Autunno

 

Share This!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy